This Week!
CiaoMilano CiaoMilano English
This Week!
CiaoMilano
    English
 
 
Per contrastare l'ulteriore diffusione della pandemia Covid-19, vale l'indicazione della massima cautela in caso di incontri con altri: va tenuta una distanza di almeno un metro e nel luoghi al chiuso bisogna portare una mascherina (meglio se chirurgica).
.:. Anche se Milano e la Lombardia restano a rischio, non soltanto i negozi aprono e bar e ristoranti possono servire, ma anche musei, teatri e cinema riaprono. A partire da venerdì 6 agosto, però, per entrare in molti locali pubblici si deve avere con sé una delle certificazioni verdi COVID-19, in formato cartaceo o digitale, che attesti di essere stati vaccinati anti-SARS-CoV-2 o di esserne guariti, oppure di aver fatto un test antigenico rapido o molecolare al virus SARS-CoV-2 con esito negativo entro le 48 ore precedenti. Il divieto di uscire dopo le 23 è sospeso.
.:. Le informazioni ufficiali sono sul sito YesMilano.

 
Per chi crede ancora al fascino delle grandi sale buie

.:. I grandi multisala aumentano in periferia, nei centri commerciali pensati per i consumatori, anche quelli di film. Contemporaneamente le sale in città si rinnovano, e per le nuove uscite si può scegliere tra oltre cento schermi in una trentina di indirizzi. Poi ci sono le rassegne, i festival, i cineforum… Già, ma dove si va al cinema a Milano?

Per prime visioni e blockbuster potreste preferire i multisala ai limiti della città, come gli UCI Cinemas (a nord la Bicocca, a nord-ovest viale Certosa, a sud-ovest Milanofiori), o spingervi fino al tecnologico Multiplex Arcadia a Melzo, a tre quarti d’ora d'auto dal centro pur di avere un suono che fa tremare le poltrone. Normalmente serve un mezzo motorizzato, ma il parcheggio è assicurato e sembrerebbe gratis, se non fosse per il costo del biglietto sopra la media e per i lunghi minuti che preparano alla magia del grande schermo a suon di automobili, cellulari e grandi brand. Tra i vantaggi, spesso c’è il livello generalmente alto del comfort nelle sale. La versione urbana di questi giganti è l’Odeon, affiliato alla Medusa: dieci sale grandi e piccole a pochi passi dal Duomo e atmosfera tutt’altro che asettica nell’architettura d’epoca del palazzo in pieno centro. Entro il territorio urbano, poi, spesso vince la convenienza geografica a parità di film scelto, salvo casi eccellenti per qualità della programmazione come accade per la gestione indipendente di Spaziocinema che include l’Anteo (in zona Garibaldi) e l’Apollo (tra Duomo e San Babila), sede anche di anteprime e di incontri con gli autori.


La serata “milanese” del cinema è il mercoledì (non festivo): in tutti i cinema, o quasi, si entra spendendo circa il 20% in meno, il che significa anche code più lunghe…meglio arrivare un po’ prima. Altra soluzione per risparmiare, oltre allo scegliere - se si può - gli spettacoli pomeridiani in settimana, è la tessera annuale Vieni al Cinema emessa dall’Agis: con 3,50 euro dà diritto a sconti nella maggior parte delle biglietterie (ma non all’UCI), ciascuno con modalità diverse, ad esempio soltanto in alcuni giorni infrasettimanali. Infine, se volete “investire” in un multisala in particolare (Spaziocinema, Arcadia, Odeon, UCI, Skyline di Sesto San Giovanni o Plinius) potete “fidelizzarvi” con un abbonamento.


Durante tutto l’anno si susseguono le rassegne dedicate a particolari temi o autori, in piccoli auditorium e nelle sale maggiori della cultura, come lo Spazio Oberdan e il Cinema Gnomo. Qui si entra nel campo delle retrospettive e delle pellicole della storia del cinema, ma anche di produzioni di nicchia con poco o nessun mercato accanto a film relativamente recenti premiati dalla critica e dal pubblico. Una buona selezione di seconde visioni a un prezzo allettante (2,50 euro) è nel calendario annuale di “riVediamoli”, all’Apollo il martedì sera. Altre iniziative costanti sono le proiezioni in lingua originale del programma Sound & Motion Pictures. Poi, quando arriva l’estate, si inaugurano le arene all’aperto, con un film diverso ogni sera da giugno a settembre.

Infine, il mondo dei festival, tanti e vari. C’è il grande cinema fresco di applausi, con le anteprime da Cannes (giugno), Venezia e Locarno (a settembre), accanto ai concorsi che si tengono a Milano: a marzo Sguardi Altrove dedicato alla regia femminile, a maggio il MIFF- Film Festival Internazionale d’arte cinematografica e il Milano Doc Festival; a settembre i lungometraggi e i corti del Milano Film Festival, cui seguono la kermesse internazionale I've Seen Films e, a novembre, i temi sociali di Filmmaker e il cinema artistico e contemporaneo di InVideo. Altri eventi sono più spiccatamente tematici, come il Festival del Cinema Gay-Lesbico (a giugno), il Festival del Cinema d’Asia, Africa e America Latina (a marzo), il Bicycle Film Festival (in autunno), finestre sulla società che a proiezioni di durata e di spessore variabile affiancano eventi collaterali e occasioni per vivere la città come registi e attori del proprio film personale.

[Elisa Munafò]



Sale e rassegne segnalate su CiaoMilano.
 
 
 

KIWI Milano    Creative Commons License
.:. CiaoMilano è una creatura di KIWI Milano, scritta in ambiente Foundation 6 e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribution-Share Alike 2.5 Italy.

.:. Icone di
Mollet

.:. copyright © 1997-2021 Roberto Peretta, Milano; copyright © 1997-2006 Monica Levy, Roberto Peretta, Milano
.:.Monica Levy, che nel 1997 ha inventato questo sito, non è più fra noi. Il suo sorriso sta dietro questa parola.

PRchecker.info

Leonardo = No Problem
L'Ultima Cena
L'Ultima Cena di Leonardo, altrimenti difficile da vedere?
Si può prenotare direttamente una visita specializzata, grazie al nostro partner Musement.
Stai qui
Booking arrivo
Booking parto
 
 
CiaoMilano non raccoglie dati personali, salvo la corrispondenza e-mail con lettori e uffici stampa.
Informativa sulla privacy
aggiornato 10 settembre 2021