This Week!
CiaoMilano CiaoMilano English
This Week!
CiaoMilano
    English
 
 
Per contrastare l'ulteriore diffusione della pandemia Covid-19, vale l'indicazione della massima cautela in caso di incontri con altri: va tenuta una distanza di almeno un metro e nel luoghi al chiuso bisogna portare una mascherina (meglio se chirurgica).
.:. Anche se Milano e la Lombardia restano a rischio, non soltanto i negozi aprono e bar e ristoranti possono servire, ma anche musei, teatri e cinema riaprono. A partire da venerdì 6 agosto, però, per entrare in molti locali pubblici si deve avere con sé una delle certificazioni verdi COVID-19, in formato cartaceo o digitale, che attesti di essere stati vaccinati anti-SARS-CoV-2 o di esserne guariti, oppure di aver fatto un test antigenico rapido o molecolare al virus SARS-CoV-2 con esito negativo entro le 48 ore precedenti. Il divieto di uscire dopo le 23 è sospeso.
.:. Le informazioni ufficiali sono sul sito YesMilano.

 
Protagonisti, cibo e ritratti

.:. Non ci sono più gli attori ad animare le cronache dei giornali, come alla fine del secondo millennio. Passati quasi tre lustri dall'inizio del terzo, sono piuttosto calciatori e cuochi a popolare i programmi della televisione, le newsletter di posta elettronica e i post sulle reti sociali.

.:. Fra calciatori e cuochi - pardon, chef - sono spesso questi ultimi a essere più simpatici. Perché? Perché i cuochi sono personaggi creativi e influenti quanto i calciatori, ma rispetto a loro comunicano subliminalmente qualcosa di più necessario e di più sociale. Per la vitalità della specie Homo sapiens, la competizione e la forza fisica sono certamente essenziali. Ma per correre, segnare e vincere le sfide bisogna aver mangiato, possibilmente aver mangiato bene: piatti sani, condivisi in buona compagnia.

.:. Sia come sia - e tralasciando gli pseudoprotagonismi televisivi che ai cuochi veri giovano poco - rimane che la categoria ha abbandonato il ruolo di paziente tessitrice invisibile della fortuna di locali pubblici, chiusa in cucina, per trasformarsi in albo professionale di maitre à penser.

.:. Questo Zeitgeist è raccolto da un notevole volume fotografico, che non a caso si chiama Beyond the chef, e documenta il nuovo ruolo dei cuochi come comunicatori di valori positivi. Questi valori sono il lavoro, l'impegno, il rispetto non soltanto verso la clientela - che in linguaggio religioso si chiama rispetto del prossimo - ma anche verso la natura, fornitrice necessaria delle materie prime che basano la chimica creatrice del cibo.

.:. Gli chef di cui si illustra su carta patinata il beyond - l'oltre, il di più, il dietro le quinte - sono in questo libro una cinquantina. Lavorano tutti in Italia, e sono tutti (sottile sponsorizzazione?) stellati Michelin. Non sono tutti italiani. In larghissima maggioranza sono maschi.

.:. Forse interessa ai lettori di CiaoMilano notare che otto di questi chef hanno il loro ristorante qui in città, uno di loro nell'hinterland immediato - è il caso celeberrimo di Davide Oldani a Cornaredo - e quattro praticamente (ammesso che qualcuno accetti di non bere, o il guidatore sia astemio) a tiro di serata: Chicco e Bobo Cerea a Brusaporto, Davide Santini a Canneto sull’Oglio, Luisa Valazza a Soriso e Philippe Léveillé a Concesio.

.:. C'è una morale di tutto questo? C'è, ma per tirarla bisogna guardare una per una le immagini, bellissime, scattate e pubblicate dal fotografo Gianni Rizzotti. Alcune sono su Facebook. Le foto dicono in modo molto chiaro - ai posteri l'ardua sentenza - chi, senza dubbio bravo ai proverbiali fornelli, è ancora più bravo a vendere la propria immagine.

.:. Ci si scuserà se chiudiamo in latino. Si parva licet componere magnis, Benedetta Parodi docet.


Beyond the chef
Skira, Milano, 2014

.:. Se vuoi acquistare Beyond the chef, puoi farlo con Internet Bookshop.


Beyond the chef  
 
 
 

KIWI Milano    Creative Commons License
.:. CiaoMilano è una creatura di KIWI Milano, scritta in ambiente Foundation 6 e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribution-Share Alike 2.5 Italy.

.:. Icone di
Mollet

.:. copyright © 1997-2021 Roberto Peretta, Milano; copyright © 1997-2006 Monica Levy, Roberto Peretta, Milano
.:.Monica Levy, che nel 1997 ha inventato questo sito, non è più fra noi. Il suo sorriso sta dietro questa parola.

PRchecker.info

Leonardo = No Problem
L'Ultima Cena
L'Ultima Cena di Leonardo, altrimenti difficile da vedere?
Si può prenotare direttamente una visita specializzata, grazie al nostro partner Musement.
Stai qui
Booking arrivo
Booking parto
 
 
CiaoMilano non raccoglie dati personali, salvo la corrispondenza e-mail con lettori e uffici stampa.
Informativa sulla privacy
aggiornato 10 settembre 2021